Eventi

12.12.21 Afrobrunch + mercatino

Pubblicato il
AFRO BRUNCH

Il tipico brunch della domenica, un mix di dolce e salato da alternare come più piace, a metà tra una colazione e un pranzo ma con i sapori unici della cucina africana e afro-fusion.

15€ per 2 scelte salate, 2 dolci, 1 bevanda calda e 1 fredda.

Il tutto nella cornice di Jigeenyi, il circolo di cucine e culture africane da poco nato all’interno delle mura del Bunker, segui la linea magenta!!!

prenotazioni al 3381416296

_____________________________________________________________________________________

Questa domenica sarà con noi al mercatino:

Stop TB Italia Onlus è un’associazione apolitica e indipendente impegnata a combattere la tubercolosi in Italia e all’estero. Nasce nel 2004 come partner italiano di Stop TB Partnership di Ginevra e nel 2008 diviene ONLUS. Pneumologi, infettivologi, igienisti, microbiologi e lo staff di StopTB Italia valorizzano la tradizione medica italiana del controllo della tubercolosi proseguendo la lotta contro questa emergenza sanitaria con l’obiettivo di sconfiggerla in Italia e nei Paesi in cui è ancora endemica.
Per raggiungere questo obiettivo Stop TB Italia attua una serie di interventi in ambito scientifico, formativo ed assistenziale, sia a livello nazionale che internazionale, che si riassumono essenzialmente nelle seguenti attività:

Camper Milano
StopTB ti ascolta
TB Day
Formazione
Senegal – Insieme contro la tubercolosi
Senegal – “Fleurs de la vie”
Sudafrica
India
Pubblicazioni scientifiche


In particolare il progetto in Senegal nasce nel 2013 a sostegno del programma di controllo della tubercolosi nel distretto sanitario di Dioffior in Senegal. Articolato su interventi tecnologici, educativi, formativi ed economici, ha l’obiettivo di contenere la malattia, non soltanto attraverso la diagnosi precoce e il trattamento supervisionato, ma anche attraverso una forte e capillare azione educativa sulla popolazione. All’ospedale di Dioffior è stata donata un’apparecchiatura Genexpert, inaugurata alla presenza di molte istituzioni, in grado di aumentare sensibilmente la capacità diagnostica della struttura.
Una consolidata rete di donne dei villaggi, adeguatamente formate, trasmette educazione sanitaria ed informazioni a tutta la popolazione con l’intento di far conoscere la malattia, la possibilità di diagnosi, la terapia e la prevenzione.
Dal 2016 si e’ affiancato il progetto Fleurs de la Vie con l’obiettivo di favorire il lavoro di giovani senegalesi, il recupero di terreni abbandonati, una produzione agricola sana e biologica, ma soprattutto la continuazione nel tempo delle attività antitubercolari iniziate da StopTb.
Ex ammalati, guariti nel corso del primo triennio d’intervento sanitario, sono stati iscritti alla scuola di formazione agricola “Jardins d’Afrique”. Al termine dei corsi hanno formato una cooperativa agricola denominata “Fleurs de la Vie” ed hanno ricevuto in dotazione dalle autorità locali 2 ettari di terreno abbandonato che è stato attrezzato con pozzi, motopompe, sistema d’irrigazione e tutto l’occorrente per la coltivazione. I giovani hanno cominciato a lavorare, produrre, vendere, programmare e, soprattutto, hanno cominciato a pensare di restare nel loro Paese.

Oggi la cooperativa è a pieno regime, con la produzione di ortaggi, alberi da frutto, piante di cocco, arachidi, ed è in grado di mantenere i ragazzi e le loro famiglie. Nel contempo parte del reddito viene regolarmente versato all’ospedale per continuare a sostenere l’attività delle badien’gox e il sussidio economico ai futuri pazienti.


https://stoptb.it/

OGNI 2 € DA VOI DONATI A StopTb Jigeenyi NE DONERA’ UN ALTRO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *